IL 4000

Related Articles

Il 4000 è un ottimo compromesso tra la classica deriva sportiva e gli skiff di livello maggiore come il 49er o il 18 piedi australiano.

Ovviamente bisogna fare un tale passaggio pensando anche di avere una certa dimestichezza con la deriva in generale; altrimenti il divertimento tarda ad arrivare e si rischia di rovinare l’attrezzatura della barca inutilmente.

Identikit del 4000: è lungo 4 metri e 64 centimetri; lo scafo nudo, in vetroresina, pesa 80 chilogrammi; ha uno specchio di poppa aperto e auto-vuotante; fiocco e randa steccati insieme misurano 14,7 metri quadrati, superficie velica che, con il gennaker, arriva a 31,8 metri quadrati.

Il progettista Phil Morrison lo ha disegnato confacente a tutti i dettami dello skiff in generale; ha un pozzetto basso e funzionale, ha il boma piuttosto alto per agevolare i movimenti dell’equipaggio, ha lo “gnav” (il vang al contrario), ha le terrazze regolabili in base al peso dell’equipaggio e alle regole di classe.

E’ piuttosto semplice da armare e si conduce in maniera “tradizionale”: di bolina il prodiere gestisce la scotta del fiocco e sta al trapezio (e in andature portanti gestirà anche la scotta del gennaker), mentre il timoniere alle cinghie gestisce la scotta di randa.

La maniera “non tradizionale” vale per barche come il 49er o il 29er, in cui la scotta di randa, in bolina, viene tenuta dal prodiere per gestire al meglio lo sbandamento sopravvento e sottovento dello scafo.

Il fatto che soltanto il prodiere esca fuori al trapezio fa si che il 4000 venga definito skiff “asimmetrico”. Un esempio di skiff simmetrico è il 49er o il 29er, in cui entrambi i membri dell’equipaggio escono fuori al trapezio.

E’ una barca che riesce ad affrontare anche un vento piuttosto sostenuto (20 Knts e oltre).

Link alla Classe 4000:

https://asso4000.it/

NON MANCARE!

POST IN EVIDENZA

CALENDARIO REGATE 2020

METEO